Un sogno lungo un’estate

Mi sto avvicinando alla prigione. I miei non li sopporto più. Pensami, ne ho bisogno. L’sms di Matilde all’amica è inequivocabile: per lei si prospettano vacanze estive tutt’altro che divertenti. Con la famiglia si sta, infatti, trasferendo in campagna, in casa della zia Isabella. E fin da subito, la sua avversione per la vita agreste è totale: la zia del papà è algida e scontrosa, la natura che la circonda è stana e ostile, la casa stessa decrepita e poco accogliente. Come se non bastasse, la figura conturbante di un bambino misterioso visita Matilde in sogno cercando di attirare la sua attenzione. Ma il mistero più grande è dipinto sul muro di un antico mulino dismesso, il quale si dice nasconda la mappa di un tesoro. Dal groviglio dei segreti in cui si dibatte, alla fine Matilde uscirà stringendo in mano ricordi preziosi, che la aiuteranno a riconciliarsi con se stessa e con le persone che la amano di più.

«Penso che non ho fretta. Che il viaggio potrebbe durare ore, e non mi dispiacerebbe. Che sto bene qui, in sella a questa moto che scivola veloce tra le stradine, insieme a questo moderno cavaliere. Sono una principessa in jeans e t-shirt. Mi ha salvata dalla torre della Tristezza, per raggiungere il mulino che porta il nome di una stella. Finalmente vedrò il dipinto di Legnani. Sono curiosissima. Ho un esercito di farfalle nello stomaco. Non so se per l’emozione di raggiungere un posto su cui ho fantasticato tanto, o perché così vicina a Riccardo non ci sono mai stata».

Leggi un estratto

Acquistalo su IBS

Acquistalo su Amazon.it

Acquistalo su Lafeltrinelli.it

  • Brossura: 256 pagine
  • Prezzo: Euro 10
  • Editore: Einaudi Ragazzi
  • Collana: Carta bianca
  • ISBN-10: 8879269739
  • ISBN-13: 9788879269735

Commenti

commenti

8 thoughts on “Un sogno lungo un’estate

  1. L’ho regelato a mia sorella d’impulso, solo leggendo la trama, sapendo che era tuo. Dopo un paio di giorni lei mi chiama e mi frantuma i timpani ordinandomi di leggerlo perchè è meraviglioso.. E infatti lo è. Nonostante la protagonista sia più piccola di me, è stato..illuminante. Mia sorella dice che Riccardo è troppo sbruffone, ma io lo adoro XD non quanto adoro Mikael. Lui è sempre nel mio cuore 😳 ! Complimenti ancora 🙂

    • Rieccoci qua 🙂 Anch’io adoro Riccardo, sai? È vero, è un po’ uno sbruffone, ma secondo me è impossibile non farsi conquistare da lui! Un bacio :*

  2. susi ha ragione lui è davvero bello ma posso farti una domanda personale ? da chi hai preso spunto per fare una ragazzo così bello ?
    comunque io e susi nn siamo sorelle ma a lei piace così….siamo amiche come tra scarlett e ofeli , un’amicizia piena di ostacoli che ruisciamo a superare giorno per giorno e se c’è qualcosa che ci accomuna è che antrambe siamo matte per mikael….è così bello !nn puoi nn fissarlo se lo vedi per strada

    • L’amicizia è una cosa bellissima, può aiutare a superare le difficoltà e permette alla nostra anima di volare più in alto… proprio come l’amore!

Rispondi