Premio Buk 2018

«Un premio per aver saputo contribuire all’innovazione della scena letteraria italiana attraverso romanzi, plot e personaggi di forte personalità capaci di raccontare e restituire sentimenti e passioni, ma anche fragilità, dubbi e incertezze legati al nostro tempo.»

Parole forti, che mi hanno profondamente emozionata. Eccomi orgogliosa con il premio Buk 2018 che ho ricevuto dalle mani della reporter di guerra Barbara Schiavulli, vincitrice della scorsa edizione, durante il Gala di Buk che si è tenuto ieri nella splendida cornice del Teatro San Carlo a Modena.

Presentatore, il mitico Francesco Zarzana che da sempre è il direttore artistico del Buk festival, iniziativa dedicata alla piccola e media editoria. Insieme a me, Federica Manzon e Anna Giurickovic Dato.

Dopo la premiazione e il discorso delle autorità si è tenuto il concerto di Sakurita Ensemble che utilizzano strumenti antichi per dar vita a un repertorio che va da fine Seicento a metà Settecento. Sarà stata l’emozione della premiazione, ma le note potenti del Trio Sonata in Sol maggiore di Bach e quelle struggenti di Jean Fery Rebel, suonate divinamente, mi hanno fatto venire un groppo in gola. A seguire il documentario di Francesco Zarzana sulla vita di Gina Borellini, partigiana prima e impegnata nella ricostruzione del paese poi, che ha combattuto tutta la vita per i diritti delle donne. Tra le altre cose è stata tra le fondatrici dell’UDI, Unione donne italiane. E qui le lacrime di commozione, nel buio della sala, si sono sciolte. Porto con me tutte le sensazioni di una giornata bellissima e dedico il premio non solo alla mia Aurora Scalviati, personaggio di carta e insieme di sangue, ma a tutte le donne che ogni giorno combattono le loro battaglie.

Osservatore oscuro – La recensione di TuttoLibri

«L’infinito numero di colpi di scena, di cambi di prospettiva, di cliffhanger, di dettagli sconvolgenti che Baraldi mette in fila sono da scrittore di razza e catturano il lettore scaraventandolo in una corsa contro il tempo dalla quale, c’è da giurarci, non vorrà più uscire.»

Matteo Strukul racconta Osservatore Oscuro sulle pagine di TuttoLibri, l’inserto culturale de La Stampa, uscito sabato 17 marzo.

Una recensione che mi ha profondamente emozionata e che non potevo non segnalarvi a una settimana dall’uscita del mio nuovo romanzo. 

E se è vero che un thriller è potente quanto è potente il suo “cattivo”, mi tengo strette le parole di Strukul su Valraven, l’antagonista della profiler Aurora Scalviati in questa seconda indagine ambientata tra Sparvara, la “Derry della Bassa Padana”, e una Bologna calibro 9. «Su tutto incombe la figura di uno dei cattivi più terrificanti e memorabili mai incontrati, ineffabile e estremo al punto da sembrare una reincarnazione biblica o la versione letteraria del Keyzer Sose de I soliti sospetti di Bryan Singer. Chapeau.»

Pronti a tuffarvi… nel buio?

Gli appuntamenti di fine marzo: Salotto Italia nostra, Rosa e Noir Festival a Bologna e Buk Festival Modena

Cari amici, Osservatore oscuro è uscito da appena una settimana ed eccomi a proporvi nuove date per chi vuole incontrarmi per dediche e chiacchiere.

Giovedì 22 marzo alle 16 sarò ospite del Salotto letterario Italia nostra, presso l’Auditorium della biblioteca Campi Costa Giani (viale Campi 83) a San Felice sul Panaro, per parlarvi di scrittura, storie e misteri. A seguire, verrà offerto un rinfresco per tutti i partecipanti. L’evento è organizzato dall’Assessorato alla cultura di San Felice, in collaborazione con la sezione Giacomo Goldoni di Italia nostra.
Mi segnalano che non ci saranno copie dei miei romanzi disponibili per l’acquisto in loco. Chi è quindi interessato ad avere una dedica, dovrà procurarsi i libri in maniera autonoma. L’evento è gratuito e aperto a tutti.

Sabato 24 marzo sono ospite del Festival delle narrazioni al femminile – Bologna Rosa e Nero, che si terrà nella magnifica cornice del Complesso Monumentale del Baraccano – via santo Stefano 119 a Bologna.

Alle ore 15:30 presso la Sala Museale vi guiderò tra le pagine del mio ultimo thriller, in un viaggio “Da Aurora nel buio a Osservatore oscuro”. Conduce Serena Bersani.

Alle 16:30, sempre nella Sala Museale, prenderò parte alla tavola rotonda “Graphic novel in RosaeNero”, insieme a Sara Colaone, Otto Gabos, Emanuele Rosso e Silvia Rocchi. Conduce Serena Bersani

Vi ricordo che gli appuntamenti sono tantissimi e molto interessanti, tra letteratura, giornalismo, immagini e parole. trovate il programma completo QUI.

Domenica 25 marzo alle ore 15:30 prenderò parte al Gala di Buk presso il teatro San Carlo a Modena. Avrò l’onore di ricevere il Premio Buk Festival 2018 dalle mani del regista e direttore artistico del festival Francesco Zarzana, in occasione della prima nazionale del docufilm Vorrei dire ai giovani… Gina Borellini, un’eredità di tutti.
Ma non è tutto, perché quest’anno l’Olanda è il paese ospite della fiera dell’editoria e si terrà il concerto del SakuritaEnsemble, formato da Sakura Goto al violino barocco, Laura Sophie von der Goltz al violino barocco, Marc de la Linde alla viola da gamba e Mariko Goto al clavicembalo.

Un evento da non perdere, così come il film che verrà proiettato, nato per «colmare una lacuna: quella legata alla vita e all’impegno di una personalità fra le più emblematiche e autorevoli non solo della Resistenza italiana, ma anche e soprattutto della Ricostruzione del Paese all’indomani del secondo conflitto mondiale. Gina Borellini, straordinaria figura di cittadina, partigiana, parlamentare donna (fra le pochissime elette 70 anni fa nel primo Parlamento italiano) ma anche divulgatrice e sentinella attenta e sensibile del suo e del nostro tempo: con un occhio speciale rivolto alle giovani generazioni che avrebbero ereditato il suo, il nostro Paese.»   

Vi aspetto!

Gli appuntamenti di inizio marzo: Milano, Modena, Bologna, Assisi

Marzo è un mese importante per me. E un mese temuto. Perché spesso ansia e felicità si mescolano nelle cose importanti. Come alcuni di voi già sanno, il 7 marzo uscirà il mio nuovo thriller, Osservatore oscuro (Giunti editore). Si tratta di una nuova indagine di Aurora Scalviati, di cui vi parlo in modo più approfondito qui. E con essa inizierà un nuovo tour di presentazioni.

Giovedì 8 marzo, sono ospite di Tempo di libri, la fiera internazionale dell’editoria presso Fieramilanocity a Milano (padiglioni 3 e 4 – Viale Scarampo).
L’incontro intitolato «Bologna, tra indagini e misteri» avrà luogo presso la Suite 1 alle ore 12.30. È con grande piacere che vi svelo che la relatrice sarà Alba Solaro. 

Venerdì 9 marzo alle ore 21 nella splendida location del Pub del Cinema Victoria a Modena (Via Ramelli, 101) ci sarà il tradizionale evento di inizio tour del nuovo romanzo.
Una presentazione (con firmacopie), ma soprattutto un evento ad ampio respiro che coinvolgerà artisti e amici, organizzato dalla libreria Mondadori Victoria cinemaRelatore Marcello Bardini. La nostra chiacchierata sarà intercalata da letture a opera di guest star davvero speciali, tra cui Federico Gerace, redattore in Giunti e musicista.

Sto parlando degli amici Lara e Massimo dei Delenda  Noia, il duo di musica elettronica con chiari riferimenti post-punk/new-wave nato a Reggio Emilia nel 2010, delle splendide Camilla Voodoosmile e Serena Fornaciari, e di Stefano Messori.
La serata è gratuita e aperta a tutti.

Mercoledì 14 marzo alle ore 18 sarò alla Libreria Coop Ambasciatori (via Orefici, 19) di Bologna. Parlerò del nuovo romanzo insieme al mitico Gianluca Morozzi e alla giornalista Erika Zini. Con la partecipazione speciale di Helena Masellis e Camilla Voodosmile, che daranno voce a una lettura tratta dal romanzo.

E poi parto per Assisi, ospite della prima edizione del festival Tra_me, organizzato dagli amici di ThrillerNord e dal Comune di Assisi. Gli eventi sono tantissimi e si terranno in varie location della città dal 15 al 18 marzo. Di seguito, quelli che mi coinvolgono:

Giovedì 15 marzo alle ore 18:30 parteciperò alla tavola rotonda «Il buio dentro», presso Palazzo Monte Frumentario, insieme ai colleghi e amici Piegiorgio Pulixi, Antonio Lanzetta e Sara Bilotti. «L’oscurità è parte integrante della narrativa noir. Non il buio che si crea quando si spegne la luce ma il lato più nascosto ed oscuro dell’animo umano.» Relatore Luca Briasco.

Venerdì 16 marzo alle ore 10:00, presso il Teatro Metastasio incontrerò gli studenti degli Istituti Superiori per parlare del mio mestiere di sceneggiatrice, in particolare sulla serie Dylan Dog. «Dylan Dog è il caso più rilevante di successo popolare del fumetto italiano, che ha saputo intercettare come nessun altro le inquietudini e le incertezze di un’intera generazione. Ex poliziotto, ex alcolista, romantico, sensibile, testardo, Dylan crede nell’amore e nell’amicizia. Alla sua sceneggiatura si sono avvicendati importanti autori e scrittori tra i quali Barbara Baraldi che racconterà agli studenti i segreti e le tecniche della scrittura per i fumetti.»

Sabato 17 marzo alle ore 11:30 presso Palazzo Monte Frumentario presenterò Osservatore oscuro. Relatore Andrea Cova. Vi aspettiamo! Per scaricare l’intero programma cliccate qui .

«Per Aurora Scalviati, la giovane profiler della polizia di Sparvara, i colleghi Bruno Colasanti, Tom Carelli e Silvia Sassi sono diventati la famiglia che non ha mai avuto. Ma tutto è destinato a cambiare con il ritrovamento, alla Certosa di Bologna, del cadavere di un uomo senza nome né documenti di riconoscimento. Gli unici indizi sono la bocca cucita e un tatuaggio sul petto con il nome di Aurora, eseguito postmortem…»