Gli eventi di gennaio: Calcinaia e San Felice sul Panaro

Scrivere è sempre nascondere qualcosa in modo che poi venga scoperto, diceva Italo Calvino. Concordo, e aggiungo che spesso, quando stai scrivendo un romanzo, è necessario nascondersi dal mondo per un’immersione totale. Sono al lavoro sulla nuova indagine di Aurora Scalviati, quindi le presentazioni che mi vedranno in giro per l’Italia nei prossimi mesi saranno limitate. Di seguito, vi lascio le date di gennaio e febbraio.

Domenica 13 gennaio alle 18 sono ospite di un posto magico; la bolla di cristallo del Time-out café di Calcinaia (via Sandro Pertini, 38) per un ricco aperitivo letterario. Sarà una doppia presentazione perché con me ci sarà un giovane autore, lettore della prima ora, e ormai amico; sto parlando di Graziano Caminiti, il purminista. In questi giorni è uscito con il suo nuovo, divertente libro (Cose da Purminista 2) e per l’occasione parleremo insieme dei rispettivi lavori, di scrittura e fumetto. Sarà allestito un piccolo spazio per l’acquisto delle copie per chi interessato ad avere una dedica, ma se avete già le vostre portatele pure, l’ingresso è gratuito e aperto a tutti.
Vi aspettiamo per un spritz insieme, con tante chiacchiere, dediche e foto ricordo.

Giovedì 17 gennaio alle 16 sono ospite del Salotto letterario nell’anfiteatro della Biblioteca Campi Costa Giani a San Felice Sul Panaro (Viale G. Campi, 43) per un incontro dal titolo Osservatore oscuro: Emilia misteriosa.
Dopo la chiacchierata sarà allestito un rinfresco e faremo merenda insieme. 
Letture a cura di Oriana Bergamini.

 

Gli appuntamenti di fine marzo: Salotto Italia nostra, Rosa e Noir Festival a Bologna e Buk Festival Modena

Cari amici, Osservatore oscuro è uscito da appena una settimana ed eccomi a proporvi nuove date per chi vuole incontrarmi per dediche e chiacchiere.

Giovedì 22 marzo alle 16 sarò ospite del Salotto letterario Italia nostra, presso l’Auditorium della biblioteca Campi Costa Giani (viale Campi 83) a San Felice sul Panaro, per parlarvi di scrittura, storie e misteri. A seguire, verrà offerto un rinfresco per tutti i partecipanti. L’evento è organizzato dall’Assessorato alla cultura di San Felice, in collaborazione con la sezione Giacomo Goldoni di Italia nostra.
Mi segnalano che non ci saranno copie dei miei romanzi disponibili per l’acquisto in loco. Chi è quindi interessato ad avere una dedica, dovrà procurarsi i libri in maniera autonoma. L’evento è gratuito e aperto a tutti.

Sabato 24 marzo sono ospite del Festival delle narrazioni al femminile – Bologna Rosa e Nero, che si terrà nella magnifica cornice del Complesso Monumentale del Baraccano – via santo Stefano 119 a Bologna.

Alle ore 15:30 presso la Sala Museale vi guiderò tra le pagine del mio ultimo thriller, in un viaggio “Da Aurora nel buio a Osservatore oscuro”. Conduce Serena Bersani.

Alle 16:30, sempre nella Sala Museale, prenderò parte alla tavola rotonda “Graphic novel in RosaeNero”, insieme a Sara Colaone, Otto Gabos, Emanuele Rosso e Silvia Rocchi. Conduce Serena Bersani

Vi ricordo che gli appuntamenti sono tantissimi e molto interessanti, tra letteratura, giornalismo, immagini e parole. trovate il programma completo QUI.

Domenica 25 marzo alle ore 15:30 prenderò parte al Gala di Buk presso il teatro San Carlo a Modena. Avrò l’onore di ricevere il Premio Buk Festival 2018 dalle mani del regista e direttore artistico del festival Francesco Zarzana, in occasione della prima nazionale del docufilm Vorrei dire ai giovani… Gina Borellini, un’eredità di tutti.
Ma non è tutto, perché quest’anno l’Olanda è il paese ospite della fiera dell’editoria e si terrà il concerto del SakuritaEnsemble, formato da Sakura Goto al violino barocco, Laura Sophie von der Goltz al violino barocco, Marc de la Linde alla viola da gamba e Mariko Goto al clavicembalo.

Un evento da non perdere, così come il film che verrà proiettato, nato per «colmare una lacuna: quella legata alla vita e all’impegno di una personalità fra le più emblematiche e autorevoli non solo della Resistenza italiana, ma anche e soprattutto della Ricostruzione del Paese all’indomani del secondo conflitto mondiale. Gina Borellini, straordinaria figura di cittadina, partigiana, parlamentare donna (fra le pochissime elette 70 anni fa nel primo Parlamento italiano) ma anche divulgatrice e sentinella attenta e sensibile del suo e del nostro tempo: con un occhio speciale rivolto alle giovani generazioni che avrebbero ereditato il suo, il nostro Paese.»   

Vi aspetto!