Aurora del nuovo anno. Gli appuntamenti di gennaio e febbraio 2020: Giallo Garda, Nebbia Gialla di Suzzara, Roma, Milano e Gambolò

Che anno violentemente bizzarro, crudele e per certi versi bellissimo, che è stato il 2019. Ha visto la luce il terzo romanzo della serie Aurora Scalviati, un intero mondo che ormai per me – e grazie a voi – è fuoriuscito dalla carta, al punto che i personaggi mi sembra di conoscerli davvero. Ho perso mia nonna Bruna, proprio durante una trasferta. Ricordo la notte in traghetto, su una poltrona di fortuna, per arrivare in tempo al funerale. Ricordo la tristezza infinita, che si accompagnava alla gratitudine verso i lettori che avevo incontrato poche ore prima.
Sono state tante le trasferte che mi hanno portata in giro per l’Italia. Ho ricevuto affetto e parole così potenti da sentire il bisogno di chiuderle a chiave nel cuore, per tenerle strette.
Ho amato e riso. Ho pianto; per la bellezza del passaggio di un libro o per una canzone, ma anche per dolori troppo ingombranti da tenere dentro. Mi sono emozionata leggendo una vostra mail; quante volte scorrendo le vostre parole su Aurora mi sono trovata con gli occhi lucidi. E poi, non mi vergogno a dirlo, ho continuato e continuo a sperare – Speranza, quella che Curzi definirebbe il più grande errore di progettazione del genere umano, ma ci rende così meravigliosamente invincibili nella nostra umanità. Già… ho sperato nel domani, anche nei momenti più bui, pur custodendo la certezza che lo sto costruendo oggi, il mio domani. Ed è questo il mio augurio di inizio anno per voi, amici: che ogni giorno sia una nuova aurora. Che dopo una notte buia il sole che sorge possa cancellare ogni ombra.

E a proposito di Aurora, ecco le prime date del 2020 in cui potrete incontrare me e la vostra profiler del buio.

Quest’anno avrò il grande piacere di essere madrina dell’inaugurazione del Festival Giallo Garda. Per l’occasione, sabato 25 gennaio alle 16 sarò ospite della Libreria Bacco – Cantina Marsadri (via Nazionale, 26, 25080 Raffa BS) per parlarvi della trilogia di Aurora, ma anche di scrittura (e dei suoi demoni).
Modera Carlo Zaza, con le voci narranti di Ylenia Bagato, Beatrice Volpi e Lanfranco Schuhmann.
A seguire, taglio del nastro e aperitivo offerto a tutti i partecipanti.

Sabato 1 febbraio sarò ospite del Nebbia Gialla, un festival a cui sono legata sin dai miei esordi e che ha visto proprio Aurora nel buio, vincitore prestigioso premio Nebbia Gialla per romanzi editi nel 2018. Vi aspetto alle ore 16 al Cinema Teatro Politeama!

Venerdì 7 febbraio tornerò finalmente a Roma. Vi aspetto alle 18, alla Libreria Bookstorie (Via Valsassina, 15). Relatrice, la splendida Francesca Mancini. A seguire, verrà offerto un aperitivo.

Sabato 15 febbraio alle ore 15:30 sarò ospite della Biblioteca Cassina Anna di Milano (Via Sant’Arnaldo, 17) in occasione della rassegna Sabato in giallo. Con Gabriella Genisi, parleremo dei nostri ultimi romanzi. Modera l’incontro, la bravissima Sabrina De Bastiani, già organizzatrice dell’evento. 

Venerdì 21 febbraio alle 21 sarò ospite della Biblioteca Civica “Gemma Biroli” di Gambolò (via Robecchi, 15). L’evento è il collaborazione con il Club del libro. Relatrice, l’assessore alla cultura Helena Bologna. 

 

Gli appuntamenti di febbraio: Nebbia Gialla e Torrita di Siena

Febbraio comincia con un appuntamento imperdibile per gli amanti del giallo e del thriller: la dodicesima edizione del NEBBIAGIALLA SUZZARA NOIR FESTIVAL. In locandina trovate tutti gli appuntamenti della kermesse letteraria. Tutti gli eventi sono gratuiti.

Per chi vuole incontrarmi, prenderò parte alla tavola rotonda dal titolo «Noir al femminile», sabato 3 febbraio alle ore 11 presso il Teatro Politeama di Suzzara.

Alle ore 16:00, sempre del 3 febbraio, vi aspetto invece alla Libreria Giunti al Punto del Centro Commerciale Virgilio a Borgo Virgilio (Mantova) per un firmacopie.

Quest’anno il mio compleanno lo festeggio insieme a voi e ad Aurora nel buio, ospite de I Culturativi, gli aperitivi di contrada dedicati alla cultura a Torrita di Siena.

Vi aspetto sabato 17 febbraio alle ore 18:30, presso la Saletta Fondazione Torrita Cultura (in via Ottavio Maestri ). Al termine della presentazione, ci sarà un ricco aperitivo. L’evento è gratuito e aperto a tutti.

Per chi vuole concludere la giornata in compagnia, seguirà la Cena con l’autrice, a partire dalle ore 20:30, presso il ristorante Belvedere.

Per la cena, la prenotazione è obbligatoria (al numero che trovate sul volantino).

Vi aspetto!

In attesa di Nebbia Gialla a Suzzara (MN): l’intervista su Libriblog

In occasione della mia partecipazione quest’anno alla quinta edizione del festival Nebbia gialla, che si svolgerà a Suzzara (MN) dal 4 al 6 febbraio, Camilla Biagini mi ha intervistato per uno speciale sul festival sul portale Libriblog. Per chi ha la possibilità di venire a Suzzara: vi aspetto sabato 5 febbraio a partire dalle 10:30 presso il Teatro Politeama (via Mazzini, 7) in compagnia di Cristina Zagaria e Laura Campiglio.

Barbara Baraldi, foto di Rino Bianchi
Foto di Rino Bianchi

Hai già avuto modo di partecipare al NebbiaGialla Suzzara Noir Festival. Che cosa ne pensi? Credi veramente che questo festival possa essere un ottimo punto di incontro per gli amanti della letteratura gialla e noir?

Penso sia un festival che farà sempre più parlare di sé, perché organizzato da persone appassionate e competenti. Ho partecipato all’edizione del 2009. Dovevo rimanere un giorno ma, un incontro tira l’altro, sono rimasta due intere giornate. L’incontro che mi ha colpito di più, in quell’occasione, è stato quello con Massimo Carlotto. Durante la presentazione di Perdas de Fogu, si è scatenato un acceso dibattito che ha coinvolto il pubblico e altri scrittori presenti in sala.

Che cosa ti aspetti da questa nuova edizione del NebbiaGialla Suzzara Noir Festival?

Niente di meno che le scorse edizioni: incontri sorprendenti, libri da scoprire e ottima cucina, nella cornice di una cittadina accogliente.

Sul blog del festival hai affermato che “la nebbia è anche una condizione mentale, perfettamente calzante per il personaggio di un noir”. Potresti spiegarci questa tua affermazione più nel dettaglio?

La nebbia modifica la percezione del paesaggio che abbiamo intorno. Confonde, fa perdere l’orientamento. Una metafora perfetta per descrivere la condizione esistenziale del personaggio di un noir.

Hai partecipato al documentario “Italian noir” per la Bbc insieme a Andrea Camilleri, Giancarlo De Cataldo, Massimo Carlotto e Carlo Lucarelli. Che cosa ti ha lasciato questa esperienza? Continue reading